Un anno nel parco tecnologico Y-Parc

E’ tempo di primi bilanci dopo 12 mesi intensissimi passati nel parco tecnologico più grande della Svizzera.

E’ già passato un anno. Dodici mesi di lavoro all’interno di Y-Parc, il più grande parco tecnologico della Svizzera. E’ ora di fare il punto su quello che abbiamo visto e sulle esperienze che ci hanno aiutato a crescere come azienda.

Con una superficie di oltre 50 ettari, Y Parc – Swiss Technopole è il primo e più grande parco tecnologico della Svizzera. Si trova a Yverdon-les-bains, nella parte più a nord della Regione Vaud, il grande cantone di lingua francese nel cuore del quale c’è Losanna. E’ un sito nato per offrire alle aziende specializzate in Ricerca & Sviluppo o nella produzione industriale ad alta tecnologia un ambiente ottimale in cui crescere.

Oltre 150 aziende – per un totale di circa 1200 addetti – sono già installati in Y-Parc. Dalle start-up alle multinazionali, passando per le piccole e medie imprese, tutti sono riusciti a trovare delle soluzioni adatte ai propri bisogni.

La diversità delle attività presenti e le varie competenze – principalmente nell’ambito della tecnologia dell’informazione e della comunicazione, nell’industria di precisione e nell’industria medicale – creano un ricco potenziale di innovazione e sinergie.

Nel cuore di Y-Parc, nel modernissimo edificio decorato con grandi listoni in legno, in Rue Galilée 7, c’è l’incubatore del parco Y-Start. Lì è dove ha trovato sede la nostra BENTI-TiME SA, ovvero il nostro avamposto estero dedicato alle attività di engineering più avanzate ed innovative.

Un ambiente particolarmente stimolante e ricco di servizi, messo a disposizione alle aziende che hanno saputo dimostrare il loro potenziale innovativo e di crescita alla rigorosa commissione di. Siamo quindi particolarmente orgogliosi di essere stati accettati in un contesto tanto interessante.

In questo anno di attività abbiamo avuto modo di confrontarci con tanti colleghi alle prese con progetti in vario modo stimolanti. Ma anche, e soprattutto, di condividere la nostra ricerca e la nostra innovazione con le università della zona.

In particolar modo vogliamo qui sottolineare l’eccellente spirito di collaborazione che abbiamo trovato nel dipartimento Reds della HEIG-VD (Alta Scuola di Ingegneria e Gestione del Cantone di Vaud). Un gruppo di lavoro di grande talento che ha saputo dimostrare non solo una eccellente professionalità, ma anche una grande voglia di affrontare sfide nuove ed innovative.

il nostro progetto è stato accettato e finanziato come progetto innovativo di alta tecnologia dalla CTI, ovvero la Commissione per la Tecnologia e l’Innovazione della Svizzera.

Con loro siamo riusciti a raggiungere un traguardo insperato per una giovane start-up appena arrivata e proveniente dall’Italia: il nostro progetto è stato accettato e finanziato come progetto innovativo di alta tecnologia dalla CTI, ovvero la Commissione per la Tecnologia e l’Innovazione della Svizzera, il più alto organismo elvetico a promuovere l’innovazione tecnologica ed aziendale.

Ma non ci sono state solo belle soddisfazioni lavorative. Abbiamo scoperto anche un ambiente piacevole dal punto di vista umano, dove gli scambi di idee accadono spesso anche davanti ad un caffè o ad un panino.

Dovendo tirare le somme di questo primo anno in Y-Parc non possiamo che ritenerci soddisfatti, sia dei risultati che dell’esperienza fatta. Ed ora si guarda al futuro, con spirito sempre positivo!

PUBBLICATO DA TIME AGENCY